Formia - LT - Italy - JN61TG
iz0fiu@gmail.com

Rtl-Sdr Server su Raspberry

Fun with everyone, Fun everywhere. Enjoy

Rtl-Sdr Server su Raspberry

Tramite riga di comando, vedremo come installare RTL-SDR su Raspberry.

Non e’ necessaria nessuna conoscenza particolare di programmazione. L’importante e’ sapere le nozioni di Linux e saper usare il terminale ed i comandi sudo e nano. Iniziamo:

  • sudo apt-get update && sudo apt upgrade ( aggiorna il raspberry )
  • sudo apt-get install -y git-core git cmake libusb-1.0-0-dev build-essential
  • git clone git://git.osmocom.org/rtl-sdr.git
  • cd rtl-sdr/
  • mkdir build
  • cd build
  • cmake ../ -DINSTALL_UDEV_RULES=ON
  • make
  • sudo make install
  • sudo ldconfig
  • cd ..
  • sudo cp ./rtl-sdr.rules /etc/udev/rules.d/
  • sudo nano /etc/modprobe.d/blacklist-rtl.conf
  • Copiare e incollare il seguente codice :
  • blacklist dvb_usb_rtl28xxu
  • blacklist rtl2832
  • blacklist rtl2830
  • Salva e Chiudi premendo CTRL+X – S per confermare

Inserite la vostra chiavetta SDR nel Raspberry e riavviate con:

sudo reboot now

Appena riavviato, aprite il terminale e digitate:

rtl_test -t

Vi risponderà con il test della vostra SDR ( simile a questo )

Found 1 device(s):
0: Realtek, RTL2838UHIDIR, SN: 00000001

Using device 0: Generic RTL2832U OEM
Found Micro R820T tuner
Supported gain values (29): 0.0 0.9 1.4 2.7 3.7 7.7 8.7 12.5 14.4 15.7 16.6 19.7 20.7 22.9 25.4 28.0 29.7 32.8 33.8 36.4 37.2 38.6 40.2 42.1 43.4 43.9 44.5 48.0 49.6
[R82XX] PLL not locked!
Sampling at 2048000 S/s.
No E4000 tuner found, aborting.

Se visualizzi “[R82XX] PLL not locked!” e “No E4000 tuner found, aborting.” ignora i messaggi, molte volte dipende dall’hardware.

Creare un file server.sh con sudo nano server.sh nella directory principale e inserirci all’interno il seguente codice:

#!/bin/bash
while ! sudo rtl_tcp -a 192.168.1.150 -p 5904 -g 0 -d 0
do
sleep 1
echo "Restarting program..."
done

Digitate sudo contab -e e inserite il seguente comando di avvio automatico:

@reboot sleep 60 && sh /home/pi/server.sh

Come potete notare, c’e’ un sleep 60 anomalo nel comando. Serve a far aspettare lo script ad avviarsi. Questo per permettere al raspberry di avviare tutti i processi e collegarsi regolarmente ad internet. A volte ci sono processi che cercano la connessione al web altrimenti vanno in crash quando si avviano. Con questo comando evitiamo questi problemi.

Per controllare il corretto funzionamento, basta installare un software come sdr# sul PC e collegarsi in Lan o Wan come faccio io spesso. In un prossimo articolo vi presenterò come collegarsi da remoto, sia con connessione diretta tramite apertura porta sul router,oppure da Vpn configurata su Raspberry

Tags: ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *